VIMINI

‘Qui non siamo dal parrucchiere, qui siamo all’inferno’

Guido Keller

There is a seance at the center of the worlds: from here that secret plot is triggered, disseminating, tuning and disuniting a series of clues, traces and simulacra: a mysterious music being recorded ‘by itself’, a ‘girl-double’ who moves aristocratically in the ‘feierlich’ of a feast celebrated in Nature (a feast of forms, sumptuous and dispersed), a man, a fixer setting out his reasons: Licio Gelli; who, in all its historical ‘layer’, carries with him a demonic dictate: there is neither ethics nor morals in Nature. And it’s Freemasonry that presides over this sentence, honestly concealing its horror: Gelli is that consummate aesthete, that grotesque faun whose ‘truth’ can only manifest itself in the regime of disappearance. The ‘secret’ wants to remain that way; something that has hidden its content for the benefit of its ‘form’. In fact, those who protect the secret are not necessarily aware of its content. Above all, perception is secret. The perception of the imperceptible. But this ‘secret’ cannot even live without the idea of insinuating itself into all knowledge, into the same perception. As in a vaudeville-fashion or in a defused ‘mystery’ – of cloying inanity – ‘spirits’ and clues are then transformed into onanism, into an erotic ‘becoming’: because only the ‘becomings’ – in their ‘black’ irradiation – are secret. And the more the occult becomes structural, the more it becomes subtle, diffused, dissolved, molecular; a pure ‘line’ of movement… the movie is the ‘secret’.
The ‘Great East’ of image and sound peeks out: it is the Rococo wreck, the ruin that has forged its cret of powder, of powder, of wicker.


C’è una seduta spiritica al centro dei mondi: da qui si innesca quell’intreccio segreto che dissemina, accorda e disunisce una serie di indizi, tracce e simulacri: una musica misteriosa che si registra ‘da sé’, una ‘ragazza-doppio’ che si muove aristocratica nel ‘feierlich’ di una festa celebrata nella Natura (una festa di forme, fastosa e dispersa), un uomo, un faccendiere che accampa le sue ragioni: Licio Gelli; il quale, in tutto il suo ‘strato’ storico, trascina con sé un dettato demoniaco: non esiste né etica né morale nella Natura. Ed è la massoneria a presiedere questa sentenza, dissimulandone onestamente l’orrore: Gelli è quell’esteta consumato, quel fauno grottesco la cui ‘verità’ può manifestarsi unicamente nel regime della sparizione. Il ‘segreto’ vuole rimanere tale; qualcosa che ha nascosto il suo contenuto a vantaggio della sua ‘forma’. Chi protegge il segreto infatti non è necessariamente al corrente del suo contenuto. Soprattutto la percezione è segreta. La percezione dell’impercettibile. Ma questo ‘segreto’ non può vivere nemmeno senza l’idea di insinuarsi in tutta la conoscenza, nella percezione stessa. Come in un vaudeville-fashion o in mystery disinnescato – di stucchevole inanità – gli ‘spiriti’ e gli indizi si trasformano allora in onanismo, in un ‘divenire’ erotico: poiché solo i ‘divenire’ – nel loro irradiamento ‘nero’ – sono segreti.
E tanto più l’occulto diviene strutturale, tanto più si fa sottile, diffuso, dissolto, molecolare; una pura ‘linea’ di movimento… il film è il ‘segreto’.
Il ‘Grande Oriente’ dell’immagine e del sonoro fa capolino: è il relitto rococò, la rovina che ha forgiato il suo cretto di cipria, di polvere, di vimini.

Full Cast

Ludione Productions 2020-2021

Acting –  Luigi Bonora, Bazooka O’Hara, Sara Faccini, Cristiana Magnani Vaga, Riccardo Vaia, Simone Racheli, Matteo Spezia.
Cinematography and Composing – riccardo vaia/cristina pizzamiglio
Editing – riccardo vaia/cristina pizzamiglio, Luigi Bonora
Music and Sound Design – Riccardo Vaia/Luigi Bonora/Rodolfo Villani
Music – Luigi Bonora
Scenery and Art Director – Luigi Bonora/Simone Racheli

Full Tech Specs

4K2D
Color, Sound
Runtime: 37’28”
Aspect Ratio: 2,66:1
Camera and Lenses – BMPCC4K, Kowa 16H Anamorphic
Codex – BlackMagic RAW (2.8K)
Cinematography Process – BlackMagic RAW (2.8K)
Anamorphic Source (Kowa Anamorphic Aperture x2)
Da Vinci Resolve 17 Finishing System
23.976fps original timeline
Printed Film Format – D-Cinema
Web Format – H265 10Bit

Trailer